Instagram Marketing: come accrescere la tua community.

Instagram Marketing

Instragram il social network fotografico per eccellenza, e va utilizzato come tale, uno dei primi problemi che affronto spesso è la mancanza di materiale fotografico. Paradossalmente la gestione di questo social richiede un flusso di foto continuo, e spesso il brand non ne fornisce alcuna. Sarebbe opportuno avere foto a disposizione scattate ad hoc, ma in mancanza di queste si può procedere anche con quelle fatte con uno smartphone, purché rappresentino realmente il brand, ma soprattutto raccontino una storia, rappresentino il mood dell’attività. Instragram: prima di cominciare. Prima di iniziare a riempire il profilo aziendale con immagini classiche, con citazioni o innumerevoli selfie è necessario definire il registro del marchio su Instagram. Le immagini devono allinearsi con esso, promuovendo così i valori e la mission. In caso contrario, il rischio è quello di finire con una serie di foto di gattini o neonati, mentre l’azienda si occupa di moda, è...
Continua a leggere...


I social network vanno pazzi per i messaggi privati, ecco perché

snapchat la chat privata

I messaggi privati diventano il fronte sui cui si combatte la battaglia per la conquista di nuovi utenti, che abbandonano i vari wall, timeline etc, per avere un po’ più di intimità La messaggistica privata ha catturato l’attenzione dei più popolari social network negli ultimi due mesi e, sorprendentemente, questa spinta tra le aziende tech può avere una forza propulsiva non molto “tecnica”. La caratteristica che aggiunge un po’ di privacy per piattaforme sociali che prosperano sulla trasparenza è stato un punto di enfasi da ottobre per Twitter, Facebook, e più in particolare Instagram. Altri servizi di messaggistica privati ​​come WhatsApp, Kik, e anche Snapchat hanno avuto il loro gran bel da fare inviando un chiaro messaggio agli utenti: le interazioni private sono necessarie, anche in un mondo in cui la condivisione pubblica domina. Le relazioni social sono state discutibilmente influenzate dal “Numero di Dunbar”, che sostiene che gli esseri umani...
Continua a leggere...


Instagram e lo spirito del tempo

Quando lo spirito della rivoluzione ha spezzato l’intero l’Egitto nel 2011, un fotografo dilettante ha messo da parte i suoi studi e si è diretto a piazza Tahrir armato di macchina fotografica. E’ stato l’inizio di grandi cambiamenti sia per la sua carriera che per il suo paese. Mosa’ab Elshamy ora 23enne ha reso testimonianza alla lotta armata in corso dall’ascesa alla caduta del primo presidente eletto democraticamente in Egitto. Attraverso la fotografia (Elshamy usa una Canon EOS 60D) ha documentato questo periodo della storia del suo paese con incredibile coerenza e profondità emotiva: “Fatti di rilievo che in realtà non dovrebbero mai essere presi alla leggera – una persona che viene uccisa da un’altra persona – diventano molto personali.” Molti hanno giustamente accreditato ai social media il contributo più importante alla rivoluzione egiziana e più in generale alla primavera araba. Ma sono individui come Elshamy che hanno rischiato la...
Continua a leggere...